Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
ARCHITETTURA Scuola di Architettura

News

home page > News > Nuove disposizioni del Rettore
Stampa la notizia: Nuove disposizioni del Rettore

Nuove disposizioni del Rettore

D.P.C.M. del 3 novembre 2020 del 13 novembre

Carissime e carissimi, 
come sapete, il D.P.C.M. del 3 novembre 2020 e l'Ordinanza del Ministero della Salute del 13 novembre u.s. hanno inserito la nostra Regione tra le aree ad alto rischio (c.d. rosse) per la diffusione del contagio da Covid-19. La situazione ha quindi richiesto una stretta ulteriore delle misure di prevenzione del contagio. 
Per tutelare nel modo più efficace la salute di tutte e tutti, in accordo con il Comitato Regionale di Coordinamento dei Rettori riunitosi in data 14 novembre u.s., il nostro Ateneo conferma di garantire lo svolgimento di tutte le attività didattiche e curriculari con modalità in remoto, inclusi esami di profitto e conseguimento dei titoli. Si possono svolgere in presenza esclusivamente le attività di cui al D.R. 1358/2020 (prot. 193320 del 17.11.2020) https://www.unifi.it/p11875#linee_guida . Le suddette attività si svolgono in presenza solo se non eseguibili in remoto e non rinviabili. I Presidenti delle Scuole, di concerto coi Direttori di Dipartimento, individuano queste attività didattiche non eseguibili in remoto e non rinviabili e predispongono la scheda dell’Allegato b al D.R. 1358, al fine di garantire adeguato supporto tecnico. 
Continuerà ad essere consentito l'accesso alle biblioteche con gli attuali servizi e modalità di prenotazione, così come l’accesso per gli studenti all’aula studio D14 del Polo delle Scienze Sociali. Per quanto riguarda, in particolare, l’accesso alle biblioteche mi preme sottolineare la forte raccomandazione -rivolta a tutta la comunità- di recarsi in biblioteca solo per indifferibili e non rinviabili esigenze di studio e di ricerca.
Infine, si conferma la possibilità di svolgere in presenza le attività di ricerca e terza missione che i Dipartimenti, una volta individuate, autorizzano de factoriempiendo la scheda presente nell’Allegato c al D.R. 1358 sulla base del criterio della indifferibilità o perché legate alla gestione dell’emergenza. 
In generale, alla luce della difficile situazione vissuta dalle strutture sanitarie del territorio, l’individuazione delle suddette attività e la conseguente autorizzazione a svolgerle in presenza dovrà essere ponderata con la massima attenzione, anteponendo la tutela della salute pubblica a qualsiasi altra esigenza particolare.
Queste disposizioni rimangono valide fino a nuove comunicazioni. 
A tutti voi rivolgo il mio più sentito e sincero ringraziamento per lo spirito di collaborazione e il senso di responsabilità fin qui dimostrato. La situazione richiede, ancora una volta, uno sforzo collettivo che insieme già abbiamo dimostrato di saper affrontare.
Con viva cordialità

Luigi Dei

17 Novembre 2020
Condividi su Facebook Twitter LinkedIn
Unifi Home Page

Inizio pagina